COSA NON SI DOVREBBE MAI DELEGARE

COSA NON SI DOVREBBE MAI DELEGARE

L’importanza della delega e le sue eccezioni

Come ho detto spesso in altri articoli, delegare è una delle caratteristiche che dovrebbe mettere in pratica un buon manager per non rimanere schiavo dell’operatività e poter così dedicare tempo allo sviluppo del proprio business. Ci sono però 3 cose che un manager necessita per poter operare al meglio e che non può delegare.

Queste sono:

  1. informazioni complete ed accurate da parte dei propri collaboratori,
  2. assunzioni e licenziamenti,
  3. aspetti economico-finanziari.

NON DELEGARE INFORMAZIONI

Laddove un collaboratore fa qualcosa d’importante, dovrebbe sempre informarne il proprio superiore dopo il fatto. Va benissimo intraprendere azioni che rientrano nell’ambito del proprio scopo organizzativo. Non va per niente bene mantenerle segrete.

Analogamente, un buon manager è tenuto a dire alle persone quali sono la vision, la mission e i suoi piani e, quando fa qualcosa di una qualche importanza per gli altri, è tenuto a dirlo. Il capitano che dice all’equipaggio come stanno procedendo le cose, risparmia un mucchio di nervosismo e di situazioni da gestire inutili.

NON DELEGARE ASSUNZIONI E LICENZIAMENTI

Le questioni legate al personale sono di fondamentale interesse per il buon manager. Ripartizioni di compiti, carichi di lavoro, personale sotto utilizzato sono tutti elementi che di tanto in tanto il manager deve verificare e gestire.

Le assunzioni e i licenziamenti di minore importanza, da parte di persone autorizzate, dovrebbero sempre essere soggetti a conferma. Perlomeno a fatto compiuto.

Le assunzioni e i licenziamenti importanti di personale chiave devono prima essere valutati e autorizzati da parte responsabile superiore, e l’azione dovrebbe essere intrapresa solo con la sua approvazione.

NON DELEGARE QUESTIONI FINANZIARIE

Informazioni economico finanziarie costanti, come quelle contenute nei report amministrativi del conto economico e del cash flow mensile, autorizzazioni a spese importanti, sono di competenza del manager incaricato. Anche queste sono faccende che non possono e non devono essere delegate.

Non avere un cruscotto che controlli sistematicamente l’andamento dello stato dell’arte degli aspetti economici e di quelli finanziari e patrimoniali è come guidare in città con gli occhi bendati. Anche se conosci la strada che percorri è un rischio tremendo.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *