DIMMI CHI SEI E TI DIRO’ CON CHI VAI

Forse non tutti sanno che le condizioni interne di un’azienda determinano la qualità delle persone che l’azienda si attira.

Se è comune convinzione pensare che le persone che entrano a far parte di un gruppo creano un impatto (positivo o negativo) sul gruppo stesso, non è altrettanto comune pensare che sia il gruppo che, a causa del suo stato o delle sue caratteristiche, si attira un certo tipo di persone.

magnetismo 3

E invece è proprio così. Se è vero il detto “Dimmi con chi vai e ti dirò chi sei”, è anche vero il detto “Dimmi come sei e ti dirò con chi vai”.

Si tratta semplicemente della manifestazione dei principi dell’affinità: le persone simili tendono ad attrarsi reciprocamente.

Ciò significa che, in maniera naturale, ogni azienda si attira le persone in sintonia con se stessa. Cioè le persone che sono adatte a quel tipo di ambiente e che si troveranno a loro agio in quel gruppo.

Per esempio, entrando in un’azienda della new economy nel settore telecomunicazioni è evidente che non si troverà lo stesso tipo di persone che ci si aspetta di incontrare all’interno dello studio di un commercialista. Nel primo caso individui più innovativi e anticonformisti, nel secondo caso individui più formali e impostati.

Ma anche all’interno dello stesso settore merceologico si possono trovare differenze rilevanti. Potremmo trovare lo studio di commercialisti tradizionalista e conservatore, così come potremmo trovare lo studio più dinamico e aperto al cambiamento. E avrebbero collaboratori diversi.

Queste differenze sono da imputarsi alla matrice emozionale-ambientale che caratterizza l’azienda.

Ciò significa che il livello di inclusione e il livello di affinità presenti in un’azienda creano un ambiente ben definito che attira ed è disposto ad accettare solo quelle persone che, per atteggiamento e loro personale livello di inclusione e affinità, sono in sintonia con l’ambiente stesso.

Osservando la propria azienda e i propri collaboratori, ogni imprenditore potrebbe quindi identificare una matrice comune e riconoscere elementi ricorrenti tra i vari individui.

Quando l’azienda è piccola la matrice deriva dall’imprenditore stesso; molto spesso gli elementi comuni sono presenti in primis nell’imprenditore, che ovviamente si è circondato di persone simili a lui, in sintonia con il suo modo di agire e di pensare.

Estratto dal libro Scegli chi ti aiuta (per ordinarlo clicca qui)

Un pensiero riguardo “DIMMI CHI SEI E TI DIRO’ CON CHI VAI

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *