LEADERSHIP Vs MANAGEMENT

Una delle principali differenze tra un professionista e un dilettante consiste nel fatto che un professionista conosce in modo completo i fondamenti di un soggetto ed è quindi in grado di replicare dei risultati in maniera costante. La conoscenza dei fondamenti è determinante per un imprenditore che vuole garantirsi una continuità di risultati. La differenza sostanziale tra un Leader e un Manager va conosciuta. E’ un fondamento.

cliente nuovo

1.  IL LEADER

Cioè la mente ideativa: la vera guida, colui che “sogna” e progetta l’impresa, che ne stabilisce i valori e gli obiettivi[1]. In Microsoft il leader è Bill Gates, che ne è il fondatore e il presidente. Steve Jobs lo era di Apple, in cui rivestiva il ruolo di amministratore delegato. Il leader intuisce quali sono i nuovi mercati da esplorare, i nuovi prodotti da lanciare, il futuro dell’azienda. Il leader accende le persone e indica la meta.

2.  IL TOP MANAGER

Cioè il braccio operativo: colui a cui fa capo la gestione giornaliera dell’impresa. È colui che amministra le risorse, che sorveglia l’andamento finanziario, che sceglie e coordina i manager che per i loro settori di specifica competenza eseguiranno le sue direttive. Forse la definizione più azzeccata della differenza che c’è fra un leader e un manager è contenuta in un libro di Warren Bennis, uno studioso statunitense: “Il manager ha il suo occhio sempre sulla linea di fondo, il leader ha il suo occhio verso l’orizzonte”.

    Anche se in molte PMI il titolare riassume in sé il ruolo di leader e di top-manager (opera cioè sia come organo “volitivo” che “direttivo”), dobbiamo renderci conto che affinché un’azienda proceda per il meglio la sua azione deve risultare efficace in entrambi i livelli. Se non ci fosse stato qualcuno come Jobs che avesse immaginato ciò che poteva diventare in un futuro, Apple non sarebbe quella che oggi è. Ma il “sogno” di Jobs, a dispetto della sua grande creatività, non si sarebbe mai realizzato se alle sue spalle non ci fosse stato qualcuno a tener dietro ai conti o alla produzione e alla logistica.


 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *