IL MANAGER CHE ASCOLTA

Come si diventa un bravo manager? Uno dei paradossi della comunicazione efficace è che essa è principalmente ascolto. Questo comporta che ciò che si dice, se vogliamo che venga compreso, va concepito in funzione di chi ascolta. Ma c’è un altro paradosso: deve ascoltare anche chi parla e deve saperlo…

AZIENDE DINAMICHE

Per un imprenditore, un manager o per chiunque abbia una “cosa da farsi”, organizzare vuole dire – alla lettera – stabilire modi e tempi per farla, predisponendo o procurandosi tutto ciò che è necessario. Per preparare un buon piatto di spaghetti alla carbonara, ad una massaia è sufficiente disporre degli…

COSA NON SI DOVREBBE MAI DELEGARE

Ci sono 3 cose che un manager necessita per poter operare al meglio e che non può delegare. Queste sono: informazioni complete ed accurate da parte dei propri collaboratori, assunzioni e licenziamenti, aspetti economico-finanziari. INFORMAZIONI Laddove un collaboratore fa qualcosa d’importante, dovrebbe sempre informarne il proprio superiore dopo il fatto.…

LE FUNZIONI DI UNA RIUNIONE – parte 1

Tempo fa un’indagine effettuata dal mensile “Fortune” rivelò che nel mondo gran parte dei manager di successo spende oltre il 70% del tempo che ha disposizione in quelli che, con un termine onnicomprensivo, gli americani chiamano meeting, cioè incontri e riunioni di lavoro di vario tipo, compresi i sintetici briefing operativi o i…

L’ORIGINE DEI COSTI NASCOSTI

L'origine è una delle leggi più fondamentali del management d'impresa: LA LEGGE DEL MINIMO IRRIDUCIBILE. Questa legge afferma che: un qualsiasi collaboratore che non sia adeguatamente formato e preparato a svolgere con competenza le proprie funzioni tenderà a ridurre la propria operatività al minimo irriducibile. ridurrà drasticamente le caratteristiche qualitative…